DISCIPLINARE VELLUTO DI ZOAGLI


GLOSSARIO Termini Tecnici
Cimosa o Cimossa
È il bordo laterale della stoffa, in genere più fitto e resistente.

Fibre Tessili
Sono chiamate fibre tessili, materie filamentose di varia origine e natura, dotate principalmente di flessibilità e finezza tali da renderne possibile la filatura e le successive applicazioni in campo tessile.

Fibre Naturali
Tra le fibre tessili abbiamo le fibre naturali che si trovano allo stato naturale senza bisogno di trasformazioni chimiche. Possono essere di origine vegetale o animale. Conosciute e impiegate dall´uomo per millenni, sono tuttora le più diffuse ed apprezzate.

Fibre Chimiche Sintetiche
Nascono da complessi procedimenti di sintesi chimica - organica.

Filato
Per filato si intende un insieme di fibre cioè di filamenti tessili, che sono state disposte assieme in modo più o meno omogeneo e regolare, più o meno parallele o disordinate, formando uno stoppino; questo viene a sua volta stirato, cioè allungato, torcendo strettamente fra loro le singole fibre in modo da tenerle unite e da formare un filo che resista alla trazione.

Jacquard
Dal nome dell´inventore, Joseph Marie Jacquard (1752 - 1834), dello speciale meccanismo a cartoni perforati applicato ai telai per comandare il movimento dei singoli fili d´ordito, mediante il quale si ottengono intrecci e disegni anche molto complessi.

Licci
Elemento del telaio in cui vengono fatti passare i fili d´ordito in modo che possano essere sollevati simultaneamente, sia singolarmente che in fasci predeterminati. Inizialmente costituito da una corda avvolta su un´asticella, divenne poi una struttura costituita da una serie di cordicelle dotate di un occhiello centrale tese tra due lamine (liccioli).

Ordito
Ciascuno dei fili paralleli posti in tensione sul telaio.

Titolo del filato
Grado di finezza e sottigliezza del filato, ossia il rapporto tra peso e lunghezza.

Torsione
Per torsione s´intende il numero di giri dato al filato per ogni metro lineare, è un elemento essenziale che ne determina importanti caratteristiche. La torsione serve a legare insieme le fibre, ma può essere variata sia in base al tipo di fibre lavorate, sia in base ai risultati che si vogliono ottenere. Quanto più bassa è la torsione, tanto più filati e tessuti risultano morbidi, cascanti, molli, poco compatti. Quanto più è alta, il filato diventa più resistente alla rottura, elastico, sostenuto, secco, sottile. Per ogni tipo di filato esiste un grado di torsione ottimale, che conferisce cioè la massima resistenza.

Trama
Nella tessitura a telaio ciascuno dei fili non in tensione inseriti attraverso l´ordito.

Tale Corporazione ottiene il riconoscimento giuridico nel 1432, come dimostrato dai primi Statuti. Inizialmente aderirono alla società ben 62 setaioli.

pag. 1 | pag. 2 | pag. 3

 

ADW homepage
Informativa cookie
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni