DISCIPLINARE SEDIA DI CHIAVARI


Art. 4 - Descrizione del prodotto e del metodo di produzione
La "Sedia di Chiavari" è caratterizzata da massima leggerezza, elasticità, solidità, robustezza.
Per consentire che l´opera finita presenti e garantisca tali peculiarità distintive occorre che siano seguite le disposizioni descritte nei seguenti articoli.

Art. 4.1 Caratteristiche delle materie prime
Art. 4.1.1 Il legno
Il legno migliore da utilizzare per la realizzazione della "Sedia di Chiavari" deve essere indifferenziato; questo tipo di legno garantisce le caratteristiche di leggerezza, tenacia e flessibilità che contraddistinguono la "Sedia di Chiavari".
Si premette che il legno è costituito da una serie di cellule ordinate in direzioni prestabilite, orientate in gran parte parallelamente alla direzione del fusto. Tali cellule sono di due specie: le fibre a parete spessa che svolgono la funzione meccanica di sostegno, ed i vasi nei quali si compie la conduzione della linfa e dei succhi. Dopo un certo periodo di tempo queste cellule cessano la loro funzione di conduzione che viene continuata da altre cellule più giovani formatesi negli anelli periferici. Quindi se la differenza tra le cellule attive e quelle inattive non è rilevabile visivamente il legno è appunto definito indifferenziato.
Tale caratteristica del legno è fondamentale per evitare che si verifichi il fenomeno di duramificazione, ossia la presenza nella parte centrale del tronco del "durame", un nucleo formatosi durante l´accrescimento a causa dell´essiccazione delle fibre, che pur garantendo resistenza al materiale, ne provoca un peso elevato rispetto alla tipologia di legno necessario per la "Sedia di Chiavari".
Inoltre il legno duramificato assumerebbe, al centro, un colore più scuro che nella parte periferica (alburno), apparendo in tale zona più duro, meno umido, meno alterabile, quindi più difficile da lavorare. Al contrario il legno indifferenziato presenta caratteristiche meccaniche di resistenza e durezza distribuite sulla sezione. La resistenza del pezzo aumenta con il numero delle fibre impiegate.
Si deve quindi cercare di mantenere alto il numero delle fibre intatte per tutta la lunghezza del pezzo, in modo che collaborino ad accrescerne la resistenza.
Questo effetto è tanto più sensibile quanto più alta è la distribuzione delle fibre nella sezione, specie se si tratta di un legno indifferenziato che non presenta un nucleo centrale particolarmente resistente. Quindi le gambe della sedia andranno costruite con legni aventi la direzione delle fibre parallele all´asse delle gambe stesse, a costo di deformare l´asse per adeguarsi alle esigenze estetiche della Sedia. Per garantire le peculiarità del legno indifferenziato è fondamentale la fase di stagionatura (essiccazione), che deve essere molto accurata, in modo da eliminare gran parte dell´acqua in esso presente, proprio per evitare che con il tempo la forma e la struttura del manufatto possano essere deformati.
Il legno impiegato per questa lavorazione oltre a possedere determinate qualità di tenacia e resistenza, deve avere una umidità non superiore al 15%. Per l´esecuzione del taglio è opportuno seguire le caratteristiche stesse del legno, sfruttandone la fibra in modo adeguato per tagliare i singoli pezzi della sedia (masselli piegati naturalmente o artificialmente per tutte le parti curve).

Art. 4.1.2 Il sedile
Il materiale impiegato per la realizzazione del sedile è il trafilato di salice, di giunco o "canna d´india" tessuto a mano. Potrebbe anche essere utilizzato qualsiasi altro nuovo materiale, purché in grado di conservare le caratteristiche estetiche e di resistenza dell´opera.

Art. 4.1.3 I collanti
Il collante deve essere applicato in modo da assicurare il contatto fra le parti, e la parte debordante deve essere eliminata prevedendo un apposito ciclo di lavaggio.

Art. 4.1.4 Le vernici
Le vernici usate tradizionalmente sono ad esempio: cere, gomma lacca, ecc... Inoltre si possono utilizzare vernici di origine sintetica. Le vernici impiegate devono garantire che l´aspetto estetico dell´opera rispetti le caratteristiche del modello che si sta eseguendo, in conformità alle richieste del committente.

pag. 1 | pag. 2 | pag. 3 | pag. 4 | pag. 5 | pag. 6

 

ADW homepage
Informativa cookie
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni