DISCIPLINARE COMPOSIZIONE FLOREALE


Art. 4.3.2 La Composizione in stile antico
Tale modalità compositiva consiste nella riproduzione letterale di una determinata opera d´arte realizzata secondo uno stile di un preciso periodo storico. L´esecutore di conseguenza dovrà ricercare elementi vegetali presenti nell´epoca considerata. Nei seguenti punti sono indicati i possibili stili da seguire:

Roma: i fiori vengono sistemati in cesti bassi o cornucopie, abbinati alla frutta e si completano con ghirlande di rose per la magnificenza dei luoghi.

Medio Evo: il fiore viene sentito come simbolo. Ad esempio il giglio era il simbolo della purezza. Rose, gigli, lilium e fiori di campo erano sistemati in vasi di terracotta, in bottiglie, o contenitori di metalli preziosi e venivano offerti alla Vergine o ai Santi.

Quattrocento: l´avvento dell´Umanesimo ha esaltato l´uomo evidenziandone l´intelligenza, la ragione, il buon gusto. Il prototipo di questo periodo sono le ghirlande dei Della Robbia che ancora oggi ispirano le decorazioni natalizie usando frutta, bacche, foglie e fiori. I contenitori impiegati per queste composizioni sono brocche, vasi alti a bocca stretta, vasi da farmacia. Il disegno applicato è simmetrico, lineare, contenuto e equilibrato, i colori sono brillanti.

Rinascimento: urne, brocche, porcellane, vasi lati a bocca stretta, boule sono tutti contenitori usati per le composizioni floreali del tempo. Le forme grandiose e i colori brillanti assumono un ruolo principale. Il disegno è simmetrico e grandioso, con altezze da 2 a 3 volte il vaso.

Seicento: sfarzo e opulenza caratterizzano il periodo. Il materiale usato è carnoso come le foglie di magnolia, croton, peonie, gladioli, melograni, fichi, pere e mele. Il disegno è asimmetrico e ammassato.

Settecento: linee capricciose e mondane con toni sul pastello. Le forme assumono una grazia e un´eleganza per rendere leggiadra e succosa la vita di quei giorni. I contenitori sono cesti in porcellana di Capodimonte, vetri di Murano, vasi cinesi. Materiali aerei per avere un´idea di fluidità e vaporosità. Disegno simmetrico leggero e non ammassato.

Ottocento: i fiori assumono un linguaggio appassionato con l´avvento del Romanticismo. La rosa rossa l´amore travolgente, la violetta l´amore pudico, il garofano il coraggio e l´indipendenza. I fiori in questo periodo sono incontrastati protagonisti. Disegno tondeggiante con disposizione simmetrica quasi ammassata.

Liberty: detto anche stile floreale. Motivi ornamentali ispirati a foglie, frutta e fiori attraverso la sinuosità delle linee e la voluttuosità della spirale crearono uno stile completamente nuovo alla fine dell´800. Disegno flessuoso, pochi fiori sistemati quasi distrattamente. I contenitori sono vasi di vetro o vasi di metallo con disegno floreali.

Art. 4.3.2 La Composizione moderna
Le composizioni moderne possono classificarsi in:

- Composizione moderna libera: seguendo le regole del compositore dello stile moderno, consente all´esecutore di esprimere liberamente la propria personalità.

- Composizione moderna di linea: elemento predominante è la linea che vive, si esprime e si modula nello spazio.

- I Contenitori: la scelta del vaso è determinante per questo tipo di composizione. Deve avere forme molto lineari, semplici e decise con colori ben definiti. Le tinte pastello, neutre, nelle tonalità del grigio, del beige e del marrone contribuiscono a far risaltare la composizione.

- Il materiale: bisogna considerare la forma con fiori che aiutino a stilizzare la composizione (come strelitzia, anthurium, calla, gladiolo, agapanthus) e foglie con forme verticali (come phormium, aspidistra).

- Il colore: si scelgono colori definiti, non sfumati, vanno bene anche i toni pastello.

- La linea: le linee e le forme devono essere più chiare e definite. Usando pochi elementi si deve creare una forma sculturale interessante. La linea diventa fattore predominate in questo tipo di composizione che si materializza attraverso lo spessore di un ramo, la forma di una foglia o fiore o nel loro movimento. Occorre sfruttare la direzione del materiale all´uscita del vaso e in questo caso si stabilisce il movimento che può essere verticale, obliquo o orizzontale. Fissata la direzione del ramo principale, la composizione seguirà la stessa linea.

- La massa: è il punto di partenza dell´occhio, può essere regolare (forma rotonda) o irregolare, piatta (gerbera o anthurium), liscia o vellutata.

- Lo spazio: bisogna considerare la linea e le masse, creando fra loro intervalli per ottenere effetti dinamici e di movimento. Può essere limitato quando è compreso in linee chiuse oppure può essere illimitato quando le linee sono aperte. E´ lo spazio che fa risaltare la linea.

- Composizione moderna di massa: l´elemento predominante del disegno è la massa. L´insieme degli elementi, che determinano la massa, sono il punto di attrazione della composizione.

- Il contenitore: deve essere moderno, massiccio, pesante deve armonizzarsi con la massa dei fiori.

- Le forme: sono ovali, arrotondate, triangolari ecc...

- Il colore: viene trattato come massa di colore, i fiori vanno collocati a gruppi di colore. I colori possono essere contrastanti o analoghi od avere effetti chiaro-scuro.
Tra gli elementi che costituiscono la massa e quelli che delineano lo spazio deve esistere un rapporto armonico di vuoti e pieni. Per formare lo spazio si utilizzano rami flessibili, giunco, fili di acciaio o di rame.
Per creare la massa si consigliano fiori tipo garofani, dalie, crisantemi, gerbere, bocche di leone, ortensie ecc...

pag. 1 | pag. 2 | pag. 3 | pag. 4 | pag. 5

 

ADW homepage
Informativa cookie
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni